vaccinazioni

VACCINAZIONI

 

età evolutiva 0-18 anni adulti - anziani

 
 
Avviata la sperimentazione di TuPassi®, un innovativo sistema di accoglienza

Dal 1 Febbraio 2017, presso la sede di Via Dina Galli 3, è stata avviata la sperimentazione di TuPassi®, un innovativo sistema di accoglienza, che permette di prenotare un appuntamento per effettuare le vaccinazioni.

Come funziona:
Chi deve recarsi presso il centro vaccinazioni di Via Dina Galli, potrà prenotare il proprio “appuntamento” per effettuare le vaccinazioni, scegliendo il giorno e l’ora (anche con largo anticipo) in cui presentarsi.
La prenotazione si potrà effettuare collegandosi al sito internet www.tupassi.it, inserendo solo al primo accesso i propri dati per la registrazione, per poter poi scegliere la data e l’ora più comodi. Chi invece accederà direttamente alla struttura di Via Dina Galli, troverà nel corridoio del reparto vaccinazioni un totem eliminacode da cui ritirare il biglietto (l’appuntamento) per il servizio richiesto.

Il risultato atteso: meno ressa, meno stress per gli utenti e per gli operatori, maggiore efficienza e trasparenza nell’erogazione del servizio.

NOTA BENE:

PER ACCEDERE ALLA PRESTAZIONE E’ OBBLIGATORIO:

  • portare la tessera sanitaria di colui che deve essere vaccinato;
  • essere residenti nel territorio del I, II, III, XIII, XIV e XV Municipio, tale condizione sarà verificata sempre prima accedere alla prestazione, pertanto è indispensabile portare un documento che  attesti la residenza;
  • avere meno di 19 anni.

La possibilità di prenotazione è limitata a 90 giorni, per cui ogni giorno si può prenotare fino al 90° giorno.

- Si consiglia di controllare nuove disponibilità anche in orario pomeridiano/ serale, perchè è possibile trovare liberi degli appuntamenti che erano stati precedentemente occupati e che vengono revocati per malattia dei figli o di problemi sopraggiunti.

 
 
 
 

INFORMAZIONI UTILI

 PER I CITTADINI ED IL PERSONALE SANITARIO

AVVISO IMPORTANTE: DAL 1/8/2017 LA PAGINA "VACCINAZIONI" DEL SITO WEB DELLA ASL RM/A NON VERRA' PIU' AGGIORNATA PERCHE' SOSTITUITA DAL SITO WEB DELLA ASL Roma1

http://www.aslroma1.it/vaccinazioni

 

Per avere aggiornamenti riguardanti le vaccinazioni ed il centro vaccinale di via Dina Galli cliccare sul link di seguito:

http://www.aslroma1.it/presidi-territoriali/centro-vaccinazioni-via-dina-galli

 

 18/7/2017. “Vaccinazioni pediatriche: le domande difficili”, un documento per approfondire le conoscenze sulle vaccinazioni a cura del dott. Franco Giovanetti (Dirigente medico Dipartimento di Prevenzione Asl Cn2 Alba Bra Regione Piemonte).
18/7/2017. L'Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato il "fact checking", per parlare di vaccinazioni attraverso i fatti e non le chiacchiere.

Vaccini, attivo da oggi il Call Center

27.06.2017- Un numero di telefono, un indirizzo di posta elettronica e un pool misto di operatori di front-office e sanitari a disposizione dei cittadini che si trovano alle prese con le novità introdotte dal Decreto Legge n. 73/2017 recante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale”. Questi gli strumenti messi in campo dalla ASL Roma 1, per venire incontro alle esigenze delle famiglie dei 130mila bambini in fascia target presenti sul territorio. 

Il Call Center della ASL Roma 1

Il Call Center si potrà raggiungere dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 attraverso il numero telefonico dedicato 06.6835.4666 oppure via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per avere:

  • Informazioni relative a cosa fare, come, dove e quando;
  • Attestazioni delle vaccinazioni già effettuate ai fini della consegna all’istituto scolastico, mediante un apposito modulo di richiesta;
  • Prenotazioni di appuntamenti in uno dei centri vaccinali aziendali, con rilascio attestazione di “prenotazione vaccinale”, valida ai fini dell’iscrizione all’anno scolastico 2017/2018. 

Il servizio – sottolinea il Direttore Generale della ASL Angelo Tanese – vuole essere un punto di riferimento per le famiglie, in grado di fornire un supporto rapido, competente e facilmente accessibile, per semplificare l’attuazione del D.L. n.73. Quindi l’invito che rivolgo ai nostri residenti è di non sentirsi smarriti davanti agli obblighi introdotti dal Decreto ma di contattare la ASL, per ottenere una assistenza e una informazione diretta su tutto quello che occorre per l’iscrizione scolastica.


CALL CENTER VACCINAZIONI ASL ROMA 1
Dal lunedì al venerdì ore 8-17
Tel +39 06 6835.4666 
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Circolare regionale Prot. n 215428 del 28/4/2017. Chiarimenti ed integrazioni.

Informiamo i cittadini che con Ordine di servizio n. 4 del 3/4/2017 (oggetto: Applicazione DCA Regione Lazio N. U00089 DEL 16/3/2017)  la Direzione Strategica ha stabilito che i centri vaccinazione della ASL Roma1 garantiscono la vaccinazione contro meningococco B solo ai bambini entro i 2 anni di vita.

9 maggio 2017: il Ministero della Salute ha pubblicato la Circolare “Prevenzione e controllo delle malattie batteriche invasive prevenibili con vaccinazione”.

Settimana Europea delle Vaccinazioni 24-30 aprile 2017

Le vaccinazioni nell’infanzia
• Tutti i bambini meritano di avere uguali opportunità di condurre una vita sana e la vaccinazione è uno dei passi essenziali in questa direzione.
• I bambini con meno di 5 anni di età sono particolarmente a rischio di sviluppare complicanze gravi a causa di una malattia prevenibile da vaccino. I vaccini offerti dal calendario vaccinale forniscono la migliore protezione possibile per i bambini nel momento in cui ne hanno maggior bisogno.
• Evitando che le malattie si diffondano ulteriormente, i bambini vaccinati aiutano a proteggere quelli che li circondano, inclusi i loro fratelli o sorelle ancora troppo piccoli per essere vaccinati, i compagni di classe con condizioni di salute particolari, e i nonni anziani.
• Vaccinare i bambini contro l’epatite B nel primo anno di vita e contro l’infezione da papillomavirus umani (HPV) prima dell’adolescenza li proteggerà da diversi tipi di tumori.
• Vaccinare i bambini contro i patogeni che possono causare la polmonite, aiuta a ridurre l’uso di antibiotici e quindi anche a diminuire il rischio di antibiotico-resistenza.
• Il poliovirus selvaggio è endemico in soli 3 Paesi del mondo. L’eradicazione globale di questa malattia è possibile ed è a portata di mano, ma è necessario mantenere alte l’attenzione e le coperture vaccinali, per assicurare che il virus non abbia più modo di diffondersi.

Le vaccinazioni nell’adolescenza
• La vaccinazione non è rivolta solo ai bambini ma è importante anche nell’adolescenza, periodo in cui sono indicate dosi di richiamo per alcuni vaccini e anche la vaccinazione contro l’HPV, per proteggere la salute futura.
• L’immunità contro la difterite, il tetano, e la pertosse può diminuire nel tempo, per cui, per rimanere protetti contro queste malattie, sono necessari richiami periodici del vaccino combinato difterite/tetano/pertosse, sia durante l’adolescenza che in età adulta. Inoltre, per tutti gli adolescenti è raccomandato il richiamo contro la poliomielite.
• La prima adolescenza (tra i 9 e i 13 anni) è il momento migliore per effettuare la vaccinazione contro l’HPV che aiuta a proteggere dal cancro della cervice uterina e da altre malattie causate dall’infezione (diverse tipologie tumorali e condilomi ano-genitali). L’HPV è un virus largamente diffuso che si trasmette per via sessuale e il cancro della cervice uterina è diventato una delle principali cause di morte tra le donne. Il vaccino anti-HPV, preferibilmente somministrato prima dell’inizio dell’attività sessuale, è il primo passo nella prevenzione e il controllo del cancro della cervice uterina.
• L’adolescenza è anche il momento per mettersi in pari con le vaccinazioni per prevenire malattie che sono pericolose ad ogni età, incluse il morbillo, la rosolia, la varicella, il tetano, la difterite e la meningite. Le ragazze, in particolare, dovrebbero essere consapevoli del pericolo della rosolia se l’infezione viene acquisita durante la gravidanza, e accertarsi di essere immunizzate prima di provare a concepire un bambino.

Vaccinazioni nell’età adulta
• I vaccini proteggono la salute ad ogni età. Vaccinarsi seguendo il calendario vaccinale significa proteggere noi stessi e chi ci circonda da malattie gravi e potenzialmente mortali.
• Molte persone, senza saperlo, sono suscettibili al morbillo e ad altre malattie prevenibili con i vaccini. I calendari vaccinali sono stati ampliati nel tempo, e molti degli adulti di oggi non hanno ricevuto, durante la loro gioventù, i vaccini attualmente disponibili.
• La protezione data da alcuni vaccini (tra cui quelli contro la difterite e il tetano) diminuisce nel tempo, per cui è necessario effettuare richiami periodici per assicurarsi di essere protetti per tutta la vita.
• Certi gruppi di persone sono considerati a maggior rischio di contrarre alcune infezioni prevenibili o di sviluppare complicanze in caso di malattia, per via della loro età, del tipo di lavoro svolto, dello stile di vita o dello stato di salute. Per questi gruppi sono raccomandate diverse vaccinazioni, incluse:
• la vaccinazione contro l’influenza, la pertosse e il tetano per le donne in gravidanza;
• la vaccinazione contro l’herpes zoster per gli adulti sopra i 50 anni di età, e le vaccinazioni contro l’influenza e lo pneumococco per gli ultra 65enni;
• la vaccinazione contro il morbillo, la rosolia, l’epatite B e il meningococco per gli operatori sanitari a rischio di esposizione.
• Gli adulti sani, se contraggono una malattia prevenibile con la vaccinazione, possono trasmettere l’infezione a persone più vulnerabili che sono a maggior rischio di complicanze gravi (come i neonati, le persone immunocompromesse, e quelle con più di 65 anni).
• Gli adulti che non hanno ricevuto tutte le vaccinazioni previste dall’attuale calendario vaccinale nazionale, oppure che non sono certi del proprio stato immunitario, dovrebbero chiedere al medico curante quali vaccinazioni sono più adatte a loro.

19/4/2017: dal 1 gennaio 2017 al 19 aprile 2017 sono stati segnalati 1603 casi di morbillo, provenienti soprattutto da 7 regioni: Piemonte, Lazio, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto e Sicilia. La maggior parte dei casi è stata segnalata tra persone di età ≥15 anni, con un’età mediana dei casi pari a 27 anni. Il 27% dei casi è stato segnalato in bambini nella fascia di età 0-14 anni; di questi, 95 avevano meno di un anno di età. Per maggiori informazioni clicchi qui per leggere la Circolare del Ministero della Salute.

EVENTO ECM 1 APRILE: ATTUALITA' IN TEMA DI VACCINAZIONI. IX ANNO
09/03/2017: in ottemperanza alla Circolare REGIONE LAZIO (REGISTRO UFFICIALE.U.0005841.05-01-2017), nei centri vaccinazione verrà data la priorità ai cittadini residenti nel territorio della ASL Roma1

Meningite Cosa c’è da sapere: Ecco dieci cose da sapere sulla meningite in Italia, soprattutto sulla forma più aggressiva, quella di natura batterica, e sulle vaccinazioni disponibili per prevenirla. A cura di Ministero della Salute, ISS ed AIFA.

CIRCOLARE REGIONE LAZIO (REGISTRO UFFICIALE.U.0005841.05-01-2017), "Raccomandazioni operative aggiornate e provvisorie per l’organizzazione e la gestione dei programmi di vaccinazione anti meningococcica nella Regione Lazio."

11/01/2017: SI INFORMANO I CITTADINI CHE, AL FINE DI MIGLIORARE IL SERVIZIO, DAL 1° FEBBRAIO 2017  PARTIRA' IN FORMA SPERIMENTALE LA PRENOTAZIONE ELETTRONICA DEGLI APPUNTAMENTI PER LA SOMMINISTRAZIONE DEI VACCINI.

La prenotazione elettronica potrà essere eseguita dai computer personali o presso la sede di via Dina Galli. Nei prossimi giorni saranno dettagliate su questo sito le modalità per usufruire del servizio. Gli appuntamenti potranno essere prenotati a partire dal giorno 1/02/2017, in quanto quelli fino al 31/01/2017 sono già stati fissati.

14/12/2016: dal 15/1/2017 tutti i centri vaccinazione della ex ASL RM/A passeranno all'accesso esclusivo tramite appuntamento
 Dal 01/12/2016 la vaccinazione contro meningococco B potrà essere somministrata ai soli cittadini residenti nel territorio della ASL Roma 1
Novembre 2016: è stato pubblicato il rapporto completo “Dati di sorveglianza delle malattie batteriche invasive aggiornati al 16/11/2016”, con i dati epidemiologici prodotti dal sistema di sorveglianza delle malattie batteriche invasive (Mib) coordinato dall’Istituto superiore di sanità con il supporto finanziario del Ccm-ministero della Salute.

8/7/2016: il Consiglio Nazionale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha approvato il "Documento sui vaccini". Nel testo sono riportate le seguenti importanti informazioni:  "I vaccini sono tra i farmaci più severamente controllati e garantiti riguardo ai profili di sicurezza... I vaccini hanno raggiunto un grado di sicurezza assolutamente tranquillizzante, certificato attraverso un lungo percorso autorizzativo... Infine le attuali tecnologie produttive applicate a vaccini in uso da molti anni ne rendono sicura la somministrazione... Il consiglio di non vaccinarsi ... costituisce infrazione deontologica".

22/06/2016: è possibile delegare una persona di fiducia ad accompagnare un minore, utilizzando il modulo delega e consenso alle vaccinazioni e presentando il documento del delegante e del delegato

Aprile 2016: la Società Italiana di Pediatria ha pubblicato un documento dal titolo "Vaccini: i falsi miti".

 Aprile 2016 è stata pubblicata la Carta italiana per la promozione delle vaccinazioni (“la Carta”), una chiamata all’azione e uno strumento di advocacy per offrire, a tutti coloro che desiderano impegnarsi, l’opportunità di sostenere e diffondere l’importanza dei programmi vaccinali.

Aprile 2016: la Società Italiana di Pediatria ha pubblicato un documento dal titolo "Vaccini: i falsi miti".

"Le 100 domande sull'HPV" a cura del Gruppo Italiano Screening del Cervicocarcinoma, GISCI

Si tratta di 3 documenti con domande e risposte sul papillomavirus umano (HPV):   

  • 2 sono rivolti sia agli utenti che agli operatori sanitari,
  • 1 è dedicato agli operatori.

Ministero della Salute ha pubblicato le seguenti pagine dedicate alle vaccinazioni:

 

VACCINAZIONI: TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE, ORA HA 58 RISPOSTE, "Le 58 risposte agli antivaccinisti: un vademecum contro la disinformazione".

Roald Dahl, il celebre scrittore di libri per bambini, tra cui Matilde e La fabbrica di cioccolato, scrisse una lettera per invitare tutti i genitori a vaccinare i propri figli contro il morbillo, che fu la causa della morte della figlia Olivia di 7 anni.

"NESSUN RAPPORTO TRA VACCINI E AUTISMO", comunicato stampa della SItI a commento della sentenza della Corte d’Appello di Bologna, pubblicata il 13/2/2015. 

blog della salute

Ottobre 2014 - Attivato il BLOG: la ASL RM/A parla di vaccinazioni con i cittadini. I cittadini chiedono e gli esperti di vaccinazioni della ASL RM/A rispondono.

Nel centro vaccinazioni sono disponibili anche i seguenti vaccini:

- contro Herpes Zoster, indicato per la prevenzione dell'Herpes Zoster e della Nevralgia Post Erpetica, negli adulti di età pari o superiore ai 50 anni, studi di efficacia tra gli allegati, in fondo alla pagina.

- contro Meningococco B, vedi relazione predisposta

       
       
news
       

 

 

U.O.S. Medicina Preventiva per l'Età Evolutiva IV Distretto Sanitario

 Responsabile  Dott. Antonietta Spadea
   Sede  Via Dina Galli, 3
   Tel.

06 77304659: è il numero per avere una consulenza sulle vaccinazioni

06 77304638 e 06 77304603: sono i numeri per avere informazioni sugli appuntamenti

   Fax 06 77304640
   E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
     

 

Orari apertura e modalità di accesso  al Centro Vaccinale

   Orario apertura

Consulenze: da lunedì a venerdì, 12.00-13.00

Vaccinazioni: vedi accesso per appuntamento

Richiesta certificati: da lunedì a venerdì, 12.00-14.00 

Prenotazione online

SI INFORMANO I CITTADINI CHE, AL FINE DI MIGLIORARE IL SERVIZIO, DAL 1° FEBBRAIO 2017  PARTIRA' IN FORMA SPERIMENTALE LA PRENOTAZIONE ELETTRONICA DEGLI APPUNTAMENTI PER LA SOMMINISTRAZIONE DEI VACCINI.

 

  Accesso con appuntamento

Si vaccina per appuntamento:

- dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 12.20;

- il martedì ed il giovedì, dalle 13.50 alle 15.30

 

Comunicazioni agli utenti: una lettera per ogni età

   
 

Dati sorveglianza sanitaria malattie batteriche invasive aggiornati a novembre 2016

 

 

Personale scolastico - soggetti a rischio per patologia

 

  Cittadini di età uguale o maggiore di 65 anni - Anziani   
 

Domande e risposte sulle vaccinazioni, intervista al Responsabile Centro Vaccinazioni IV Distretto

 
 

Per maggiori informazioni la invito ad andare sul sito del Ministero Salute, www.salute.gov.it: cliccare “la nostra salute” e scaricare la App gratuita “Planner delle vaccinazioni”,un modo simpatico per avere sotto controllo le vaccinazioni.

 

 

Elenco vaccini e malattie prevenibili con i vaccini

News

Per informazioni sui vaccini presenti nel centro e sulle malattie prevenibili con le vaccinazioni, la invitiamo a cliccare sul nome della malattia con il tasto sinistro del mouse:

poliomielite  -   tetano  -  difterite  -  epatite B  -  pertosse  -  meningiti (haemophilus influenzae B  -  pneumococco  - meningococco)  -  gastroenterite da rotavirus  -  morbillo  -  parotite  -  rosolia  -  varicella  - cervicocarcinoma da papillomavirus umano  -  epatite A  -  tifo

 

Campagna vaccinazione antinfluenzale 2016/2017

INIZIO campagna vaccinazione antinfluenzale: metà di ottobre. FINE: 31/12/16.

Vaccinazione antinfluenzale: da lunedì a venerdì, 8.40-11.30, per appuntamento

Per prendere appuntamento, chiamare il numero 06 77304638, - 4603, dalle 7.30 alle 8.30 e dalle 12.00 alle 14.00

Per ulteriori informazioni può consultare, presso l'home page delle vaccinazioni, la parte dedicata alla campagna di vacc. antinfluenzale

 

 

Campagna di vaccinazione contro il Papillomavirus

- "Le 100 domande sull'HPV" a cura del GISCI (Gruppo Italiano Screening del Cervicocarcinoma).

Si tratta di 3 documenti di domande e risposte sul papillomavirus umano (HPV): 2 sono rivolti sia agli utenti che agli operatori sanitari, 1 è dedicato ai soli operatori sanitari.

- Piano Regionale Prevenzione Vaccinale 2012-14: Campagna di vaccinazione gratuita contro il Papillomavirus umano.

- Comunicazione per i genitori delle ragazze che hanno compiuto gli 11 anni.

- Comunicazione per i genitori delle ragazze nate dopo il 3 Marzo 1996.

Tale vaccinazione prevede la somministrazione di 2 dosi se la prima dose è somministrata prima del compimento dei 14 anni, dopo di questa età sono previste 3 dosi.

L'obiettivo della vaccinazione è quello di proteggere contro i sierotipi più frequenti di Papillomavirus, causa del tumore del collo dell’utero, con il fine di prevenire le lesioni cancerose e precancerose determinate dall’infezione da virus del papilloma umano.

Offerta gratuita della vaccinazione:

a tutte le ragazze nel corso del dodicesimo anno di vita (dal compimento degli 11 anni fino al compimento dei 12 anni).

Il diritto alla gratuità per le ragazze incluse nella popolazione target viene mantenuto fino ai 18 anni e 364 giorni di età per le coorti che ne avevano diritto, cioè le ragazze nate dopo il 3 marzo 1996.

Offerta in co-payment della vaccinazione:

è possibile la somministrazione del vaccino anti HPV dietro pagamento di ticket a prezzo agevolato, 43.50 euro a dose.

Per l’effettuazione della vaccinazione in donne sessualmente attive non sono richieste nè l’esecuzione del test HPV nè una visita ginecologica o la presentazione di ricetta medica.

 

Calendario vaccinale per l'età evolutiva nella Regione Lazio (vedi tra gli allegati)

Nuovo calendario delle vaccinazioni

calendario vaccinazioni

 
 
 
 
 
Glossario vaccinazioni

 Per il glossario si rimanda al sito NIV le vaccinazioni http://www.levaccinazioni.it/glossario.asp

 
 
 
 
Progetto "Genitori più"

 Per i genitori che desiderano essere "più", viene raccomandata un'occhiata a questo sito: "Genitori più"

 

al quale si rimanda per tutti gli aggiornamenti riguardanti le vaccinazioni ed i centri vaccinali.